Gruppo di lavoro “Partenariati nazionali per l'auto-aiuto"


Dalla primavera del 2013 il gruppo di lavoro “Partenariati nazionali per l'auto-aiuto” avviato da Auto-Aiuto Svizzera, s’impegna per promuovere l’auto-aiuto. Oltre a rappresentanti di Auto-Aiuto Svizzera e dei centri di sostegno regionali, al gruppo di lavoro partecipano anche rappresentanti di organizzazioni con orientamento tematico specifico operanti nel settore dell’auto-aiuto.

La visione del gruppo di lavoro è di far sì che l’auto-aiuto venga riconosciuto e incentivato a livello politico e sociale come pilastro importante della sanità e delle opere sociali, perché integra e incrementa l’efficienza delle offerte professionali di assistenza sociale e sanitaria ambulatoriale e ospedaliera, nonché di prevenzione.

Come prima misura, sia nel 2013, 2014 e 2015 il gruppo di lavoro ha effettuato un sondaggio online fra le organizzazioni del settore dell’auto-aiuto della Svizzera tedesca, occidentale e Ticino per esaminare le attuali concezioni, misure, esigenze e tendenze dell’auto-aiuto nelle diverse istituzioni di questo settore. I risultati fungono da base per identificare lacune, sfide e possibili misure migliori a sostegno dei gruppi e delle organizzazioni di auto-aiuto al fine di sfruttare le sinergie a tutti i livelli. I risultati hanno costituito inoltre la base di discussione per le tre tavole rotonde che si sono svolte nel 2012, 2014 e 2015.

In base agli elementi emersi dai sondaggi e dai dibattiti alle tavole rotonde, il gruppo di lavoro si pone cinque obiettivi su cui intervenire:
1) creare una comprensione comune dell’auto-aiuto e un atteggiamento comune
2) agire in maniera reciprocamente correlata (cooperare), scambiarsi opinioni ed esperienze
3) sfruttare le sinergie
4) l’auto-aiuto come contributo all’attuazione delle priorità di “Sanità 2020” del Consiglio federale
5) rendere accessibili tramite Internet e collegare fra loro le offerte di auto-aiuto